Ansia e Attacchi di Panico DAP

Ansia e Attacchi di Panico Milano
Ansia e Attacchi di Panico Milano

Gli attacchi di panico possono costituire un vero e proprio disturbo definito come Disturbo di Panico (DP). Fino a poco tempo fa si parlava di Disturbo da Attacchi di panico (DAP), in quanto questo era la definizione nella versione precedente del DSM.

Di attacchi di panico ne soffrono, secondo il DSM IV, fino a una persona su 25 a seconda del sesso di appartenenza (un uomo ogni due donne), della fascia d’età (più del 35% nell’età compresa tra i 25 e i 35 anni) e altri fattori come le dimensioni della città e il paese in cui si vive.

Gli attacchi di panico appaiono soprattutto durante l’adolescenza o la prima età adulta e, anche se le cause precise non sono chiare, sembra esserci un nesso con le più importanti fasi di transizione della vita che portano inevitabilmente una certa quantità di stress e ansia: gli esami scolastici e universitari, il matrimonio, il primo figlio, cambiare lavoro o posizione lavorativa, e così via, per cui non sono rare situazioni in cui l’esordio appare per esempio intorno ai 30 anni, intorno ai 40 e così via.

E’ molto importante cercare di intervenire tempestivamente perchè la prognosi migliora molto se le cure vengono avviate in tempo. Se credi di soffrire di attachi di ansia acuta o di vero o proprio panico o un tuo familiare ne soffre, prendi l’iniziativa e contatta uno specialista per valutare la necessità di una terapia mirata! Contattami ora o fissa direttamente un appuntamento!

Segni e Sintomi del DAP o Disturbo di Panico

Spesso gli attacchi di panico si manifestano quando ci si trova lontani da casa, ma possono insorgere in qualsiasi luogo e momento. I sintomi dell’attacco di panico si sviluppano improvvisamente e raggiungono il picco massimo di intensità entro 10 minuti. La maggior parte degli attacchi di panico si esaurisce  in 20-30 minuti e raramente dura più di un’ora. Elenco dei sintomi:

  • Aumento della frequenza cardiaca o palpitazioni
  • Aumento della pressione arteriosa a valori molto elevati
  • Dolori al petto/braccio sinistro
  • Difficoltà di respirazione (dispnea), affanno
  • Formicolio o intorpidimento alle mani, al viso, ai piedi o alla bocca
  • Rossore al viso e al petto o brividi
  • Sudorazione
  • Parti distali fredde e sudate (mani e piedi)
  • Vampate di calore o brividi di freddo
  • Cefalea
  • Confusione mentale (difficoltà nell’organizzare pensieri e/o seguire un discorso correttamente)
  • Vertigini, stordimento, nausea, conati di vomito, senso di sbandamento
  • Pianto, grida ed urla strazianti con incapacità di comunicare a voce, spesso con sensazione di nodo alla gola
  • Sensazioni di sogno o distorsione percettiva (derealizzazione)
  • Dissociazione, percezione che non si è connessi al corpo o perfino che si è disconnessi dal tempo e dallo spazio (depersonalizzazione) o ci si sente come un automa
  • Terrore, una sensazione che qualcosa di inimmaginabilmente orribile sta per succedere e si è impotenti per prevenirlo
  • Paura di perdere il controllo e fare qualcosa di imbarazzante o di diventare matti
  • Paura di morire e/o sensazione di svenire
  • Sensazione di lingua e bocca asciutta con sapore metallico in bocca
  • Tendenza all’elaborazione ipocondriaca (timore di essere vittima di un male oscuro)
  • Tremori fini o a scatti
  • Sensazioni di rivissuto (deja-vu)

La persona che soffre di DAP sviluppa un’intensa paura alla sola idea di avere un altro attacco. Questa paura – chiamata ansia anticipatoria o paura della paura – può condizionare in modo evidente lo stile di vita compromettendo lo svolgimento delle normali attività quotidiane (lavoro, sport, vita sociale).

Se credi di ritrovarti in quanto leggi e ritieni di poter avere dei sintomi di DAP, allora prova a compilare il  questionario di screening per la misurazione degli Attacchi di Panico. Ci vorranno 5 minuti! Se hai urgenza fissa direttamente un appuntamento!

Terapia Psico Farmacologica del Disturbo di Panico

Prima di intraprendere qualsiasi trattamento per il disturbo da attacchi di panico, è consigliabile sottoporsi ad analisi mediche allo scopo di escludere altre possibili cause dei sintomi provati.

Numerose altre condizioni, infatti, possono causare sintomi simili a quelli del panico, come un livello eccessivo dell’ormone tiroideo, alcuni tipi di epilessia o aritmie cardiache (ossia disturbi nel ritmo del battito cardiaco).

I trattamenti per la cura del disturbo di panico riconosciuti come più efficaci sono la farmacoterapia e la psicoterapia.

La terapia farmacologica è a base di benzodiazepine ed antidepressivi di nuova generazione.

Talvolta questo trattamento risulta risolutivo, ma frequentemente, all’interruzione della farmacoterapia, la sintomatologia si ripresenta. I farmaci, infatti, in tempi relativamente brevi riducono l’intensità dei sintomi che caratterizzano il disturbo, ma sembra lascino inalterate le sue cause. La terapia farmacologica ha, come risultato diretto, la riduzione delle reazioni neurovegetative coinvolte nell’attacco di panico. D’altra parte i farmaci, abbassando i livelli di sofferenza soggettiva e d’ansia di chi ha un disturbo di panico, creano le condizioni favorevoli per un intervento psicoterapeutico efficace.

Per tali motivi spesso si consiglia al paziente di seguire sia un trattamento integrato psico-farmacologico che sfrutti i benefici e i vantaggi di entrambi gli approcci.

Al giorno d’oggi questa malattia è curabile! E’ però necessario rivolgersi ad uno Specialista! Contattami o fissa un appuntamento per conoscere come l’applicazione di un protocollo integrato di farmacoterapia di terza generazione e psicoterapia, possono progressivamente “smantellare” la malattia e restituire la vita!

Attacchi di Panico resistenti al trattamento. Indicazioni di Ricovero

Quando né la psicoterapia,  né il trattamento farmacologico hanno dato risultati soddisfacenti, si dice che la persona presenta un disturbo resistente al trattamento; in questi casi può essere utile un ricovero in strutture specializzate nelle quali avviare protocolli di politrattamento (anche per via endovenosa, non attuabile altrove) e di terapia comportamentale intensiva.

Il ricovero può essere consigliabile anche per:

  • chi presenta dei sintomi così gravi da impedire lo svolgimento delle normali attività di vita quotidiana,
  • per chi è a rischio di suicidio,
  • per chi ha scatti aggressivi,
  • per chi ha situazioni familiari particolarmente complesse
In Lombardia esiste una struttura attrazzata per fonteggiare anche i casi più complessi e recidivanti, nella quale trovare sollievo immediato e avviare cure intensive specialistiche. Scopri di più sulla Casa di Cura Le Betulle, a pochi passi da Milano. 
Summary
Article Name
Ansia e Attacchi di Panico DAP
Description
Una guida in merito a Ansia e Attacchi di Panico DAP: sintomi, terapie...
Author
Publisher Name
Federico Baranzini
Publisher Logo